Want to make creations as awesome as this one?

Transcript

L'articolo 29 della Costituzione italiana dice che:"La Repubblica riconosce i diritti della famiglia come società naturale fondata sul matrimonio.Il matrimonio è ordinato sull'eguaglianza morale e giuridica dei coniugi, con i limiti stabili dalla legge e garanzia dell'unità familiare".La famiglia è l'istituzione portante che sta alla base della società civile e dunque si fonda su principi di tipo naturale e non convenzionale.

ED. CIVICA DIRITTOARTICOLO 29

A tenere uniti i 2 coniugi sono vincoli non di tipo giuridico, ma vincoli di natura sentimentale come l'affetto, la solidarietà, l'educazione e la protezione dei propri figli nati proprio dal matrimonio.Nell'ordinamento italiano la società civile si fonda principalmente su 2 tipologie di matrimonio: il matrimonio civile che sarebbe il matrimonio concordatario, ovvero quello religioso celebrato dal sacerdote stipulato secondo il diritto che viene riconosciuto dallo Stato italiano. La riforma del diritto di famiglia avvenne nel 1975.

Personalmente, ritengo che questo articolo rappresenti un pilastro importante della società italiana, poiché riconosce il matrimonio come un'unione volontaria tra due persone, indipendentemente dal loro genere, orientamento sessuale, religione ecc...

L'articolo 37 della Costituzione Italiana dice che:"La donna lavoratrice ha gli stessi diritti e, a parità di lavoro, le stesse retribuzioni che spettano al lavoratore".La donna è particolarmente tutelata in caso di maternità: la donna non deve lavorare per 1 mese prima del parto e 4 mesi dopo e durante questo tempo la donna dev'essere retribuita regolarmente.La donna può ususfruire del congedo parentale in caso di malattia del bambino di età inferiore a 12 anni; durante questo congedo, la donna ha il diritto al 30% della retribuzione, nonostante la sua assenza dal lavoro.

ARTICOLO 37

I congedi per assistere ai figli sono riconosciuti non solo alla madre ma anche al padre lavoratore, che ha gli stessi diritti.L'Italia tutela il diritto allo sciopero che è regolamentato solo per i servizi pubblici e non privati:
  • Durante lo sciopero bisogna garantire i servizi pubblici essenziali minimi;
  • La data, la motivazione e la durata devono essere comunicat entro 10 giorni prima dello sciopero;
  • Nel caso si rischia di recare danni alla comunità, le autorità competenti pongono fine allo sciopero dei servizi pubblici.

Personalmente, ritengo che l'articolo 37 sia fondamentale per la costruzione di una società più equa e inclusiva. Garantire alle donne pari opportunità nel mondo del lavoro è un fattore cruciale per lo sviluppo economico e sociale di un Paese.

L'articolo 51 della Costituzione italiana stabilisce il principio delle pari opportunità nell'accesso agli uffici pubblici e alle cariche elettive e dice che:"Tutti i cittadini dell'uno e dell'altro sesso possono accedere agli uffici pubblici e alle cariche elettive in condizioni di eguaglianza, secondo i requisiti stabiliti dalla legge.

ARTICOLO 51

Questo articolo sottolinea il principio fondamentale della parità di opportunità nell'accesso degli uffici pubblici e alle cariche elettive per tutti i cittadini, indipendentemente dal sesso. La legge stabilisce i requisiti necessari per accedere a tali posizioni, ma non deve discriminare sulla base del genere.Questo articolo è stato inserito nella Costituzione italiana del 1948, riflettendo l'impegno del legislatore costituente a garantire l'uguaglianza di genere e a superare le discriminazioni esistenti nel sistema politico e amministrativo dell'epoca.
Questo articolo costituzionale stabilisce chiaramente che la potestà legislativa, ovvero il potere di fare leggi, è condivisa tra lo Stato centrale e le Regioni in Italia. Questa condivisione implica che entrambi i livelli di governo devono rispettare la Costituzione italiana, così come gli obblighi derivanti dal ritorno dell'Unione Europea e dagli accordi internazionali sottoscritti dall'Italia.Questo assicura che le leggi promulgate a livello nazionale e regionale siano comformi ai principi fondamentali della costituzione italiana.

ARTICOLO 117

Oltre agli obblighi derivanti dall'ordinamento Comunitario, l'Italia è tenuta a rispettare agli obblighi internazionali derivanti da trattati e accordi internazionali ai quali ha aderito. Ciò include trattati sui diritti umani, sul commercio internazionale e sulla protezione dell'ambiente.In caso ci siano problemi sull'applicazione dell'articolo 117, la Corte Costituzionale italiana ha il compito di risolverle. La Corte può essere chiamata a decidere se una legge nazionale o regionale sia adeguata alla Costituzione.
La Costituzione italiana riflette il senso di identità nazionale e il dovere civico in vari articoli:ARTICOLO 54: "Il Presidente della Repubblica è il Capo dello Stato e rappresenta l'unità nazionale."Questo articolo sottolinea il ruolo del Presidente della Repubblica come simbolo dell'unità nazionale. L'identità nazionale è quindi incarnata nella figura del Capo dello Stato, che rappresenta l'intera nazione.

ED. CIVICA DI STORIA

ARTICOLO 56:"Il Presidente della Repubblica è eletto dai membri del Parlamento in seduta comune."L'elezione del Presidente da parte dei rappresentanti del popolo sottolinea il ruolo fondamentale della partecipazione democratica nella scelta del capo dello Stato. Ciò implica un dovere civico per i cittadini, che esercitano il loro diritto di voto attraverso i proprio rappresentanti.
ARTICOLO 52:"Il Presidente della Repubblica promulga le leggi ed emana i decreti aventi valore di legge."Questo articolo enfatizza il ruolo del Presidente nella fase finale del processo legislativo.La promulgazione delle leggi rappresenta un momento cruciale in cui l'identità nazionale si esprime attraverso il rispetto delle istituzioni democratiche.
La Costituzione italiana del 1948 sancisce il principio fondamentale dell'uguaglianza tra uomini e donne. L'articolo 3 della Costituzione è il principale riferimento in merito alle pari opportunità:ARTICOLO 3: "Tutti i cittadini hanno pari dignità sociale e sono eguali davanti alla legge, senza distinzione di sesso, razza, lingua, religione, opinioni politiche, condizioni personali e sociali. E' compito della Repubblica rimuovere gli ostacoli di ordine economico e sociale, che, limitando di fatto la libertà e l'eguaglianza dei cittadini, impediscono il pieno sviluppo della persona umana l'effettiva partecipazione di tutti i lavoratori all'organizzazione politica, economica e sociale dl Paese.

ED. CIVICA ITALIANO

Questo articolo afferma chiaramente il principio di uguaglianza tra uomini e donne, dichiarando che tutti i cittadini devono essere trattati con pari dignità sociale e sono eguali davanti alla legge, senza distinzioni di sesso. Inoltre, il secondo comma evidenzia l'impegno della Repubblica nel rimuovere gli ostacoli di ordine economico e sociale che limitano la libertà e l'eguaglianza dei cittadini.
La promozione delle pari opportunità tra uomini e donne è stata successivamente rafforzata attraverso l'adozione di leggi e normative specifiche, con l'obiettivo di eliminare discriminazioni di genere e favorire una maggiore partecipazione delle donne in tutti i settori della società, inclusi il lavoro, la politica e la vita pubblica.

Dimensioni e Volume Cerebrale: In media, il cervello maschile è leggermente più grande in termini di volume rispetto a quello femminile. Però questa differenza non è correlata alla capacità intellettuale ma è solo una differenza nelle dimensioni. Corpo Calloso: Alcuni studi suggeriscono che il corpo calloso, la struttura che collega i due emisferi cerebrali, possa essere relativamente più grande nelle donne. Questo potrebbe favorire una migliore comunicazione tra i due emisferi. Regioni Specifiche:

  • Amigdala: Coinvolta nelle emozioni, come la paura e l'aggressività, tende a essere leggermente più grande negli uomini.
  • Ippocampo: per la memoria e l'apprendimento, spesso è relativamente più grande nelle donne.

STRUTTURE CEREBRALI

Differenze anatomiche tra il sistema nervoso maschile e il sistema nervoso femminile

ED. CIVICA SCIENZE

Sensibilità al Dolore: Le donne tendono a essere più sensibili al dolore e possono avere una risposta più intensa agli stimoli dolorosi. Percezione Sensoriale: Le donne spesso hanno una migliore percezione degli odori e dei gusti rispetto agli uomini.

Risonanza Emotiva: Le donne possono avere una maggiore attivazione nelle aree del cervello coinvolte nella risonanza emotiva e nell'empatia.

LAVORO SVOLTO DA:CELESTINO IZZO2A AFM