Want to make creations as awesome as this one?

Transcript

ALESSANDRO MANZONI

Il cinque maggio

Il cinque maggio è un'ode ispirata alla morte di Napoleone, avvenuta appunto il 5 maggio 1821, sull'isola di Sant'Elena, dove l'ex imperatore si trovava in esilio.

CHE COS'E'?

All'interno dell'ode ci sono molti temi principali: -Riflessione sull'azione dei grandi uomini della storia;-Destino di solitudine e di morte dell'eroe; -Soccorso della fede e perdono divino;-Rifiuto della concessione classicistica dell'eroe.

TEMI PRINCIPALI

  • grandezza e gloria
/ negatività dell'azione

il preambolo

  • immobilità / dinamismo

Emergono 2 opposizioni fondamentali:

la parte centrale

Opposizione spaiale: lo spazio geografico conquistato contro la piccola isola in cui fnisce in esilio.

Opposizione temporale: il passato glorioso contro il presente misero dell'esilio

dall’uno all’altro mar.

scoppiò da Scilla al Tanai,

dal Manzanarre al Reno,

Dall’Alpi alle Piramidi,

IL "GRAN DISEGNO"

"Fu vera gloria?"

Tutto ei provò: la gloriaMaggior dopo il periglio, La fuga e la vittoria, La reggia e il tristo esiglio: Due volte nella polvere, Due volte sull’altar.

imprese

E ripensò le mobili tende, e i percossi valli, e il lampo de’ manipoli, e l’onda dei cavalli,e il concitato imperio,e il celere ubbidire

"Tal su quell’alma il cumulo Delle memorie scese!"

La gloria verso l'ode in quest'ultima parte si annulla nel silenzio e nelle tenebre , il "premio ch'era follia sperar" (diventare imperatore) viene sostituito dal "premio eterno" (salvezza dell'anima).

l'ultima parte

Nella nuova diemensione l'immobilità non è più sconfitta e tormento ma diviene conquista della pace nel perdono divino.

Le opposizioni vengono superate attraverso l'ingresso di una nuova dimensione al di fuori del tempo e dello spazio: l'eternità.

STROFE 15-18

In mezzo al dolore, lo spirito dell'uomo potrebbe essersi abbattuto e disperato, ma l'aiuto divino è arrivato proprio in quel momento, conducendolo verso una realtà più serena. Dio lo ha guidato attraverso le promesse della speranza verso una beatitudine eterna, che supera ogni desiderio terreno, trascurando la gloria mondana. La fede, trionfante e eterna, è esaltata per aver condotto l'uomo alla croce di Cristo, dove ogni parola malvagia è dissipata. È Dio, colui che solleva e conforta, che si è avvicinato a lui nel momento solenne della morte, per consolarlo.

l'ultima parte

Rossella Martignetti, Victoriya Kazanovska, Ilaria Avino e Dafne Benedetto.

THe end!

Europa 1810