Want to make creations as awesome as this one?

More creations to inspire you

TEN WAYS TO SAVE WATER

Horizontal infographics

NORMANDY 1944

Horizontal infographics

LIZZO

Horizontal infographics

BEYONCÉ

Horizontal infographics

ONE MINUTE ON THE INTERNET

Horizontal infographics

SITTING BULL

Horizontal infographics

Transcript

+ info

"I genitori devono essere affidabili, non perfetti.I figli devono essere felici,non farci felici"

Next

INFANTICIDIO

Madre Teresa di Calcutta

A.S.

A.S.

Il figlicidio, atto tragico in cui un genitore uccide il proprio figlio.L’infanticidio può avvenire per varie ragioni, e le motivazioni possono essere complesse e multifattoriali.In alcune società e contesti storici, ci sono stati casi in cui l’infanticidio è stato praticato per motivi culturali, sociali o economici.L’atto di uccidere intenzionalmente un bambino è spesso associato a:

  • disturbi psicologici;
  • stress emotivi;
  • problemi familiari;
  • situazioni di disperazione estrema.
In alcuni casi, l’infanticidio può essere collegato a disturbi mentali postpartum nelle madri.

CHE COS'E'?

Next

Casi di infanticidio che segnarono l'Italia

Vieste, Il 7 luglio 2004, in provincia di FoggiaUna donna di 33 anni uccide i suoi due figli di 5 anni e 2 anni. Li soffoca con del nastro adesivo prima di togliersi la vita nello stesso modo.

Il 20 luglio 2009 a Parabiago, in provincia di Milano.Marcella Sardeni, una impiegata provata da una grave depressione, uccide il figlioletto di 4 anni strangolandolo con un cavo per il cellulare. La donna, 36 anni, viene trovata a vegliare il figlio ormai, senza vita.

Nel 2013, il 6 marzo.Daniela Falcone, la 43enne di Rovito (Cosenza), uccide il figlio di 11 anni sgozzandolo. La donna aveva prelevato il bambino da scuola alcune ore prima del termine delle lezioni per portarlo poi in una zona appartata in alta montagna tra Cosenza e Paola. Lo ha colpito ripetutamente con delle forbici. Dopo aver ucciso il figlio la donna ha tentato di uccidersi a sua volta, ma senza riuscirci.

ll delitto di Carovigno Il 4 aprile 2013 Francesca Sbano, 31 anni, avvelena la figlia di tre anni dandole da bere del diserbante e poi si lancia da secondo piano della casa ,dove viveva separata dal marito da due mesi. Lascia un biglietto rivolto alla famiglia: “Benedetta la porto via con me”. La figlia morirà poco dopo in ospedale. Si tratta di un caso tragicamente frequente di omicidio-suicidio.

INFORMAZIONI GENERALI

Dal 2010 a oggi, in Italia si sono verificati 268 casi di figlicidio, con una media di quasi uno ogni due settimana. Nel 55,6% di questi casi, le vittime erano bambini di età inferiore ai 12 anni.

Nella maggior parte dei casi l'autore dei "figlicidi" è il padre (172 figli uccisi nel 2010, pari al 64,2 %) a fronte del 35,8%, dei figli uccisi dalle madri, che invece son autrici della quasi totalità degli neonaticidi (35 su 39 complessivi).

La sindrome di MedeaIndica una condizione in cui la madre uccide, anche psicologicamente e non neccessariamente fisicamente, il proprio figlio come atto di vendetta nei confronti dell'altro genitore.

FINE..

previsto dalla legge penale

Infanticidio

L’infanticidio è un reato previsto dall’articolo 578 del Codice Penale che sancisce che la madre che cagiona la morte del proprio neonato immediatamente dopo il parto, o del feto durante il parto, quando il fatto è da condizioni di abbandono materiale e morale connesse al parto, è punita con la reclusione da 4 a 12 anni.