Want to make creations as awesome as this one?

Transcript

Niccolò Paganini

Franz Schubert

Richard Wagner

Il Romanticismo è un movimento culturale e artistico che emerse alla fine del XVIII secolo in Europa. Caratterizzato da un profondo senso di individualismo, libertà e esaltazione dell'emozione e della natura, il Romanticismo si oppose al razionalismo dell'Illuminismo.I romantici esploravano temi come l'amore, la natura, il sublime e il soprannaturale, spesso attraverso l'arte, la letteratura e la musica. I principali esponenti includono autori come Fryderyk Chopin,Niccolò Paganini,Richard Wagner,Franz Schubert e Gioacchino Rossini. Il Romanticismo ha influenzato profondamente l'arte e la cultura europea del XIX secolo.

IL ROMANTICISMO

E LA SUA MUSICA

Fryderyk Chopin

Enrico Dantini-Mihael Donev-Edoardo Gambino-Stefano Ratti

Fryederyk Chopin

Niccolò Paganini

Richard Wagner

Franz Schubert

SITOGRAFIA

https://bibliolmc.uniroma3.it/node/465

https://youtu.be/8jPimIL1ins?si=kD7g8nj9NMs3_ZRV

https://bibliolmc.uniroma3.it/node/1248

https://youtu.be/TgZj4Vd3HHk?si=TyiX_2aXqQuqMqJh

https://www.treccani.it/enciclopedia/franz-peter-schubert/

https://youtu.be/N9RHbkt-lPM?si=jAebjsSBInurDJPG

https://bibliolmc.uniroma3.it/node/2046

https://www.youtube.com/watch?v=Gi5VTBdKbFM

Grazie per la vostra attenzione!!!

Patto col diavolo

Niccolò Paganini, il leggendario violinista e compositore del XIX secolo, è avvolto da numerosi misteri e leggende che hanno contribuito a creare un'aura di fascino e enigmaticità intorno alla sua figura. Si narra che alimentando la percezione di lui come una figura quasi sovrannaturale. Il suo fisico singolare, le abbia fatto un patto con il diavolo per ottenere il suo straordinario talento musicale, e abitudini eccentriche e le esibizioni virtuosistiche hanno alimentato ulteriormente la sua reputazione di uomo misterioso. Le leggende di opere "maledette" e di esibizioni che lasciavano il pubblico estasiato contribuivano alla sua immagine di musicista leggendario. In definitiva, la vita e la carriera di Paganini sono permeate da una miscela di genialità musicale, talento straordinario e un'aura di mistero che continua a catturare l'immaginazione delle persone fino ai giorni nostri.

timido e riservato: Schubert era noto per la sua riservatezza e modestia. Schubertiade: Amava organizzare serate musicali chiamate "Schubertiade" con amici e colleghi. Appassionato lettore: Passava molto tempo immerso nei libri, traeva ispirazione dalla poesia e dalla filosofia. Amico di Beethoven: Nonostante la differenza di età, Schubert ammirava Beethoven e i due si incontravano occasionalmente. Composizioni veloci: Schubert era noto per la sua abilità di comporre rapidamente, creando molte opere in breve tempo. Incompiutezza dell'Incompiuta: La sua Sinfonia n. 8 rimase incompiuta con solo due movimenti completati, generando speculazioni tra gli studiosi.

l'8 sinfonia

Franz Schubert è stato un compositore austriaco del periodo romantico, nato nel 1797 a Vienna. Dotato di talento musicale fin dalla giovane età, ha composto una vasta gamma di opere, tra cui più di 600 Lieder, sinfonie, musica da camera e opere. Le sue opere più celebri includono il "Quintetto per archi in do maggiore", l'Incompiuta" (Sinfonia n. 8 in si minore) e il "Ciclo di canzoni invernali" (Winterreise). La sua musica è caratterizzata da melodie memorabili, armonie ricche ed espressive, e profonde emozioni. Nonostante le difficoltà finanziarie e i problemi di salute, la sua influenza sulla musica successiva è stata significativa. Schubert morì giovane, all'età di 31 anni, nel 1828. Tuttavia, il suo lavoro continua ad essere ammirato e seguito in tutto il mondo, mantenendo viva la sua eredità musicale nel panorama della musica classica.

Franz Schubert

STUDIO op. 10 n. 12

Secondo uno dei primi biografi di Chopin, Karasowski, lo Studio in Do minore venne scritto di getto, nel settembre 1831, mentre il compositore si trovava a Stoccarda nel momento in cui venne a conoscenza del fallimento dell'insurrezione polacca stroncata dalle truppe russe. La Rivolta di Novembre ebbe inizio a Varsavia il 29 novembre 1830; Chopin non fu in grado di partecipare attivamente alla sommossa a causa delle sue instabili condizioni di salute e infine raggiunse Parigi nello stesso mese del 1831. Il fatto narrato è probabilmente vero, come riportato da molti altri biografi; i caratteri dello Studio trovano peraltro riscontro in alcuni passi del diario che Chopin scrisse proprio mentre si trovava a Stoccarda e impostò alcune composizioni, tra cui lo Studio, sotto l'impulso emotivo nato dal momento particolare che stava vivendoLo Studio in Do minore fu l'ultimo brano trasmesso dalla radio polacca nel settembre 1939, prima che venisse presa in consegna dalla truppe tedesche.

Chopin è stato un compositore e pianista polacco. Fu uno dei più importanti compositori del periodo romantico, talvolta definito «poeta del pianoforte»,il cui "genio poetico" è basato su una tecnica professionale che è stata definita «senza eguali nella sua generazione».Dotato di precoce talento musicale,crebbe in quello che fu l'allora Ducato di Varsavia, dove ebbe modo di completare la sua formazione. A seguito della repressione russa della Rivolta di Novembre (1830), all'età di 20 anni si trasferì a Parigi nel contesto della cosiddetta Grande Emigrazione polacca. Durante gli ultimi diciannove anni della sua vita si esibì pubblicamente solo trenta volte, preferendo l'atmosfera più intima dei salotti.

Fryderyk Franciszek Chopin

Niccolò Paganini è stato un virtuoso del violino e compositore italiano del XIX secolo. Nato nel 1782 a Genova, Paganini è diventato famoso per le sue abilità eccezionali nel suonare il violino, caratterizzato da una tecnica virtuosistica e innovativa. Ha viaggiato in tutta Europa esibendosi e acquisendo fama internazionale. La sua vita è stata segnata da un'intensa attività concertistica, leggende e controversie, inclusi racconti sulla sua supposta associazione con il diavolo. Paganini morì nel 1840 a Nizza, lasciando un'eredità duratura nel mondo della musica.

Niccolò Paganini

Nel 1882 Wagner si trasferì a Venezia. Il 13 febbraio 1883 il maestro morì in seguito a un attacco cardiaco nella città lagunare, mentre era intento a scrivere un saggio, Sull'elemento femminile nella specie umana. La notte prima di morire, Wagner suonò per l'ultima volta, al pianoforte, il tema della scena IV de L'oro del Reno, il lamento delle ondine. Dopo il trasporto da Ca' Vendramin Calergi ai binari del treno, il corpo fu portato in Baviera, dov'è sepolto. La tomba di Wagner si trova a Bayreuth nel giardino della sua villa, Haus Wahnfried, non lontano dal teatro a lui dedicato e costruito per la rappresentazione delle sue opere. La scena dei funerali veneziani di Wagner è descritta da Gabriele D'Annunzio nel romanzo Il fuoco, in cui il suo alter ego letterario è uno dei portatori della bara del musicista: in realtà è quasi certo che questo ruolo non fu ricoperto dal giovane ventenne D'Annunzio, che non si trovava neanche a Venezia in quei giorni. Liszt gli sopravviverà due anni.

La morte

Richard Wagner è stato un celebre compositore tedesco del XIX secolo, nato il 22 maggio 1813 a Lipsia e morto il 13 febbraio 1883 a Venezia. La sua vita è stata caratterizzata da una serie di alti e bassi, ma è noto principalmente per le sue opere d'opera epiche e influenti.Wagner ha avuto una formazione musicale precoce e ha studiato composizione e teoria musicale. Ha iniziato la sua carriera scrivendo opere di diverse lunghezze e generi, ma è diventato famoso soprattutto per le sue opere di vasta portata e complesse, che includevano opere come "L'anello del Nibelungo", "Tristano e Isotta" e "Parsifal".Oltre alla sua musica, Wagner era anche un prolifico scrittore e teorico della musica, noto per le sue opinioni radicali e il suo interesse per il nazionalismo tedesco. Ha influenzato profondamente la musica e il teatro del suo tempo e oltre, con il suo stile innovativo e la sua visione artistica.La sua vita personale è stata spesso controversa, con relazioni tumultuose e problemi finanziari, ma il suo lascito musicale rimane immenso e la sua influenza sulla musica occidentale è duratura.

RICHARD WAGNER