Want to make creations as awesome as this one?

More creations to inspire you

7 CONTINENTS

Horizontal infographics

A2 - ABENTEUER AUTOBAHN

Horizontal infographics

STEVE JOBS

Horizontal infographics

OSCAR WILDE

Horizontal infographics

TEN WAYS TO SAVE WATER

Horizontal infographics

NORMANDY 1944

Horizontal infographics

LIZZO

Horizontal infographics

Transcript

1844

1848

1852

1843

1846

1849

1853

Linea del tempo del risorgimento

1831

Giuseppe Mazzini nel 1853 fondò il Partito d’azione che tra il 1853 ed il 1856 organizzò moti insurrezionali in Lombardia, Lunigiana e Valtellina che però fallirono tutti.

Protagonisti del nuovo corso politico del regno di Sardegna furono il re Vittorio Emanuele II e Camillo Benso conte di Cavour che divenne primo ministro nel 1852.

Giovanni Mastai Ferretti fu eletto papa nel 1846 con il nome di Pio IX, concesse l’amnistizia per i reati politici e attuò alcune moderate riforme. Queste decisioni aprirono un biennio di riforme in vari stati italiani.

Nel 1844 Cesare Balbo nell’opera “Le speranze d’Italia”, pensava ad una federazione di stati, ma sotto il presidio della monarchia dei Savoia.

Nel 1843 Vincenzo Gioberti espose: “Del primato morale e civile degli italiani” il progetto di costruire l’Italia come una federazione di stati sotto il presidio del papa.

Nel 1831 Giuseppe Mazzini fondò un‘associazione chiamata “Giovine Italia” che aveva un programma pubblico.

1861

Linea del tempo del risorgimento

1857

1859

1871

1866

Nel 1857 Carlo Pisacone tentò di scatenare una insurrezione a Napoli e abbattere il regno dei Borbone. Inoltre Daniele Manin e Giuseppe La Farina fondarono la Società Nazionale Italiana.

Nel 1859 ci fu la seconda guerra di indipendenza: gli austriaci invadono il Piemonte ma vengono sconfitti.

Nel 1861 fu proclamato il Regno di Italia e lo Statuto Albertino fu esteso a tutto il paese e restò in vigore fino al 1 gennaio del 1948 quando venne sostituito dalla Costituzione della Repubblica italiana. Inoltre Vittorio Emanuele II viene proclamato re d’Italia e a Torino si tiene il primo Parlamento nazionale.

Nel 1866 si verificò la terza guerra d‘indipendenza: la guerra austro-prussiana e con la vincita della Prussia gli austriaci furono costretti a restituire il Veneto all’Italia

Roma diventa capitale d’Italia. Finì così il risorgimento

Il 1848

In Italia la prima insurrezione scoppia a Palermo seguita da Napoli, dove il re concende la costituzione, poi scoppiano a Venezia e Milano

Il regno di Sardegna divenne una monarchia costituzionale e fu sancita da un decreto di Carlo Alberto nel 1848

Carlo Alberto è stato sconfitto a Custonza il 27 luglio e si ritirò in Piemonte il 6 Agosto, lasciando Milano agli austriaci

Carlo Alberto, il 30 maggio, vinse due battaglie a Goito e Peschiera.

Il 24 marzo Carlo Alberto dichiara guerra all'Austria

Lo statuto Albertino fu concesso alla Sardegna il 4 marzo 1848

Il 1849

Carlo Cattaneo attribuì la sconfitta del 1849 alla monarchia sabauda e al suo esercito

Il 22 agosto anche Venezia dovette arrendersi agli austriaci

Il 4 luglio Luigi Napoleone Bonaparte conquistò Roma per poi restituirla al papa

Tra aprile e maggio gli austriaci conquistarono Brescia e riportarono Leopoldo II sul trono del Granducato di Toscana. Inoltre i Borbone sottomisero la Sicilia

Carlo alberto riprese la guerra contro l'Austria ma sconfitto a Novara abdica il 23 marzo

Pio IX dovette abbandonare Roma quando il 9 febbraio fu proclamata repubblica romana