Want to make creations as awesome as this one?

More creations to inspire you

A2 - ABENTEUER AUTOBAHN

Horizontal infographics

STEVE JOBS

Horizontal infographics

OSCAR WILDE

Horizontal infographics

TEN WAYS TO SAVE WATER

Horizontal infographics

NORMANDY 1944

Horizontal infographics

LIZZO

Horizontal infographics

BEYONCÉ

Horizontal infographics

Transcript

Contattaci

Continua

In questa mappa interattiva, Deepki fornisce una panoramica dei regolamenti, delle certificazioni e dei framework ESG (Environmental, Social e Governance) a livello globale e dei loro equivalenti a livello nazionale. Esplora la mappa per scoprire le scadenze, i requisiti e le risorse necessarie per essere conforme.

Regolamenti, etichette e certificazioni ESG nel settore immobiliare

Iniziative ESG inNord e Sud America

Per saperne di più

Sebbene gli Stati Uniti siano stati molto più lenti di molti altri Paesi sviluppati, negli ultimi anni sono stati compiuti progressi significativi. Sono emergerse normative ESG volte a coinvolgere gli stakeholder e a garantire la concorrenza nel panorama finanziario. I Paesi dell'America Latina si stanno mettendo al passo con le tendenze globali ESG e stanno seguendo da vicino i percorsi di regioni come l'Asia, anche se con le proprie sfide, dove gli investimenti ESG stanno passando da nicchia a norma.

Panoramica europea

+ info

FDR

SFDR

La SFDR definisce gli investimenti sostenibili e richiede ai partecipanti al mercato finanziario (PMF) di divulgare informazioni specifiche sui loro approcci all'integrazione dei rischi di sostenibilità e sulla considerazione degli impatti negativi sulla sostenibilità (indipendentemente dal fatto che i loro prodotti abbiano o meno caratteristiche di sostenibilità). Consulta la guida di Deepki sulla SFDR.

Tassonomia

La Tassonomia dell'UE stabilisce un quadro di riferimento per facilitare gli investimenti sostenibili. Stabilisce criteri specifici che le attività economiche devono soddisfare per essere classificate come sostenibili dal punto di vista ambientale nell'ambito di uno dei sei obiettivi ambientali designati. Consulta la guida di Deepki sulla Tassonomia.

EPBD

La Direttiva EPBD richiede ai Paesi membri di ridurre il consumo energetico degli edifici e che tutti i nuovi edifici a partire dal 2021 (per gli edifici pubblici dal 2019) siano edifici a energia quasi zero (NZEB). Per saperne di più sulla direttiva EPBD clicca qui.

GRI

Gli standard GRI sono una serie di linee guida che forniscono un framework per i report di sostenibilità. Questi standard coprono un'ampia gamma di argomenti economici, ambientali e sociali e sono utilizzati dalle organizzazioni di tutto il mondo per rendicontare le loro prestazioni e i loro impatti sulla sostenibilità. Per saperne di più sugli standard GRI, clicca qui.

TCFD

La Task Force on Climate-Related Financial Disclosures (TCFD) ha sviluppato un framework volontario di informativa finanziaria sul clima per consentire a investitori, finanziatori e assicuratori di comprendere i rischi materiali. Scopri di più sulla TCFD.

CSRD

Nel 2022, la Corporate Sustainability Reporting Directive (CSRD) ha sostituito la NFRD. La CSRD estenderà l'ambito di applicazione ad imprese più piccole, introdurrà informazioni più rigorose e dettagliate da diffondere, richiederà che le informazioni siano sottoposte a revisione e richiederà alle imprese di fornire il report in uno specifico formato digitale. Clicca qui per saperne di più sulla CSRD.

GRESB

Il GRESB (Global Real Estate Sustainability Benchmark) è una valutazione delle performance ESG e delle best practice di sostenibilità per fondi, società e proprietà immobiliari e infrastrutturali di tutto il mondo. Guarda il webinar di Deepki sui risultati del GRESB 2022.

CRREM

Il CRREM è uno strumento di valutazione e benchmarking delle emissioni di CO2 e del rischio finanziario degli asset immobiliari. Guarda il webinar di Deepki con il Prof. Dr. Sven Bienert del CRREM ( in inglese).

EPRA

L'Associazione Europea del Settore Immobiliare Pubblico (EPRA) ha elaborato raccomandazioni sull'informativa della sostenibilità per guidare le società immobiliari quotate in borsa. Accedi alle scadenze dell'EPRA qui.

Consulta le iniziative applicabili a tutti i Paesi europei. Per maggiori informazioni, passa il mouse sui nomi delle iniziative!

IFRS/ISSB

L'IFRS S1 fornisce una serie di requisiti di informativa progettati per consentire alle società di comunicare agli investitori i rischi e le opportunità legati alla sostenibilità che devono affrontare nel breve, medio e lungo termine. L'IFRS S2 contiene informazioni specifiche sul clima ed è stato concepito per essere utilizzato insieme all'IFRS S1. Entrambi incorporano pienamente le raccomandazioni della Task Force on Climate-related Financial Disclosures (TCFD).

Maggir informazioni sulle prossime scadenze

2050

Le emissioni nette devono essere ridotte a zero per rispettare gli impegni ambientali dell'UE.

Maggiori informazioni sulle prossime scadenze

L'obiettivo principale del LuxFLAG Environment Label è quello di rassicurare gli investitori sul fatto che la maggior parte del patrimonio è investito responsabilmente in settori legati all'ambiente. I criteri di ammissibilità per l'Environment Label prevedono che i richiedenti abbiano un portafoglio di investimenti in settori legati all'ambiente pari ad almeno il 75% del patrimonio totale del fondo.Introdotto nel luglio 2011, il marchio LuxFLAG per l'ambiente contribuisce a sbloccare il capitale di investitori privati e istituzionali per sostenere il finanziamento di attività ambientali. Per saperne di più su LuxFlag clicca qui.

+ info

Iniziative ESG in Asia

Le autorità di regolamentazione in Asia e Medio Oriente stanno gradualmente adottando misure simili, spesso basando le loro normative locali sulle controparti dell'UE, con un'ulteriore attenzione ai finanziamenti di transizione. Ad esempio, molte tassonomie verdi sono basate su quella dell'UE e poi adattate al contesto locale: Giappone, Cina, Mongolia, Kazakistan, Corea del Sud, Malesia, Sri Lanka, Bangladesh, ecc.

ESG a Hong Kong L'Autorità Monetaria di Hong Kong e il Green and Sustainable Finance Steering Group hanno adottato un approccio in tre fasi per promuovere le banche verdi e sostenibili. La prima iniziativa consiste nell'adottare la tassonomia comune sviluppata dal gruppo di lavoro sulla tassonomia dell'IPSF, guidato da Cina e UE.

Iniziative ESG in Australia

Per saperne di più

In Australia, l'attenzione è rivolta alla decarbonizzazione del patrimonio edilizio e all'espansione delle infrastrutture per le energie rinnovabili.

La CSRD si applica alle società attualmente soggette alla NFRD.

2025

2024

2028

2024

2026

La CSRD si applica a tutte le grandi società.

La CSRD si applica alle società non UE e alle PMI/piccole istituzioni finanziarie quotate.

Seconda dichiarazione PAI PMF ai sensi del regolamento SFDR.

La CSRD si applica alle PMI quotate e alle istituzioni finanziarie piccole e non complesse su base facoltativa.

1 gennaio

30 giugno

1 gennaio

1 gennaio

1 gennaio

Tempistiche di implementazione

Accesso normative ESG EU

A proposito di Deepki

Fondata nel 2014, Deepki ha sviluppato una soluzione SaaS che utilizza la data intelligence per guidare gli operatori del settore immobiliare nella loro transizione verso il net zero. La soluzione sfrutta i dati dei clienti per migliorare le prestazioni ambientali degli asset e massimizzarne il valore. Deepki opera in più di 50 Paesi, con oltre 400 membri del team negli uffici di Parigi, Londra, Berlino, Milano e Madrid.Deepki supporta clienti come Generali Real Estate, SwissLife Asset Managers e il governo francese,

aiutandoli a rendere il loro patrimonio immobiliare più sostenibile su larga scala. A marzo 2022 Deepki ha raccolto 150 milioni di euro in un round di finanziamento di Serie C guidato congiuntamente da Highland Europe e One Peak Partners. Tra gli altri investitori figurano anche Bpifrance, attraverso il suo fondo Large Venture, e Revaia. Deepki ha inoltre effettuato acquisizioni strategiche, tra cui quella del suo principale concorrente con sede nel Regno Unito, Fabriq, e della soluzione SaaS complementare Nooco.

La principale forma di rendicontazione ESG in India è il BRSR/BRSR Core. Le prime 1.000 entità quotate in borsa (in base alla capitalizzazione di mercato) sono tenute a pubblicare un BRSR nel loro report annuale e, per l'anno finanziario 2023-24, le prime 150 di queste entità saranno inoltre tenute a fornire una ragionevole garanzia sul BRSR Core. Inoltre, a partire dall'esercizio finanziario 2024-25, anche i partner della catena del valore delle prime 250 entità quotate in termini di capitalizzazione di mercato dovranno fornire informazioni sul BRSR Core nel loro report annuale, sulla base del principio "comply or explain". La relazione annuale viene condivisa con gli azionisti, presentata alla borsa e pubblicata sul sito web della società.

Le normative ESG stanno guadagnando terreno in India, spinte dalla crescente consapevolezza degli investitori sui rischi e le opportunità ESG, dalla maggiore attenzione alla sostenibilità aziendale e dalla pressione normativa sulle pratiche di investimento responsabili. Il Securities and Exchange Board of India (SEBI), l'autorità di regolamentazione del mercato mobiliare indiano, ha promosso attivamente gli investimenti ESG in India attraverso varie iniziative.

In India

Informazioni BRSR/BRSR Core

Per saperne di più, visita il sito web.

NABERS è un sistema di valutazione nazionale che misura le prestazioni ambientali di edifici e locazioni in Australia. Misura l'efficienza energetica, il consumo di acqua, la gestione dei rifiuti e la qualità ambientale interna di un edificio o di una proprietà in affitto, nonché il suo impatto sull'ambiente. NABERS assegna una valutazione per stelle, da una (peggiore) a sei (migliore), sulla base delle prestazioni operative effettive in un periodo di 12 mesi.

ESG in Australia

La Strategia australiana per la finanza sostenibile sosterrà la traiettoria dell'Australia verso il net zero, fornendo un quadro ambizioso e completo per ridurre gli ostacoli agli investimenti in attività sostenibili. Si basa su tre pilastri: (1) miglioramento della trasparenza su clima e sostenibilità; (2) capacità del sistema finanziario; (3) leadership e impegno del governo australiano.

Green Star è un sistema volontario di valutazione della sostenibilità degli edifici in Australia, gestito dal Green Building Council of Australia (GBCA).

CAP23

Home Performance IndexL'Irish Green Building Council ha sviluppato l'Home Performance Index, la certificazione di sostenibilità residenziale irlandese per le nuove abitazioni. Si allinea alla Tassonomia dell'UE e a Level(s), il nuovo quadro di valutazione e rendicontazione degli edifici sostenibili dell'UE. Nell'aprile 2022 sono state registrate oltre 10.000 abitazioni.

In Irlanda

Per saperne di più.

Per saperne di più.

  • Tutte le nuove abitazioni (residenziali) devono soddisfare gli standard NZEB (Near Zero Energy Building) entro il 2025 e raggiungere i livelli ZEB (Zero Energy Building) entro il 2030.
  • Le abitazioni esistenti devono essere ristrutturate al livello BER B2 o al costo ottimale equivalente, con 120.000 ristrutturazioni entro il 2025 e 500.000 entro il 2030.
  • Le nuove case (170.000/280.000) e le case esistenti (45.000/400.000) devono installare pompe di calore entro il 2025/2030.

La CAP23 ha definito i KPI per il 2025/2030:

Quando si parla di legislazione ambientale, la legge danese sulla protezione dell'ambiente è la fonte principale, che recepisce numerose direttive dell'UE per prevenire l'inquinamento e garantire la protezione dell'ambiente.Attualmente, la Legge danese sui bilanci richiede che alcune società integrino il loro report annuale con una dichiarazione non finanziaria sulla responsabilità sociale d'impresa.

In Danimarca

Un emendamento previsto per il 1° luglio 2024, per gli esercizi finanziari che iniziano il 1° gennaio 2024 o successivamente, dovrebbe incorporare la CSRD nella legislazione danese. Ciò richiederà ad alcune società di rendicontare gli aspetti della sostenibilità in conformità alla CSRD e ai 12 European Reporting Standards, con un'implementazione graduale dal 2024 al 2028.

La Securities and Exchange Commission (SEC) è un'agenzia governativa statunitense responsabile della regolamentazione del mercato dei titoli e della protezione degli investitori. Le modifiche proposte richiederebbero report periodici su quattro aree principali: emissioni di gas serra, pianificazione della mitigazione del rischio climatico, impatto del cambiamento climantico su finanza e governance. La SEC interessa tutte le società statunitensi quotate in borsa e le società internazionali quotate negli Stati Uniti. Quando? A seconda delle dimensioni delle società, le date di adempimento delle informazioni possono variare dal 2023 al 2026.

Qual è il contesto attuale?

  • Forte attenzione alla mitigazione dei cambiamenti climatici e a standard ambientali più elevati (amministrazione Biden).
  • Progetti di energie rinnovabili su larga scala (solare ed eolico).
  • Sviluppo di requisiti ESG e obblighi di divulgazione (supervisione della SEC).

Negli Stati Uniti

Informativa sul clima della SEC

Per saperne di più, consulta il sito della SEC.

LEED, acronimo di "Leadership in Energy and Environmental Design", è un sistema di classificazione sviluppato dal U.S. Green Building Council (USGBC) per valutare le prestazioni ambientali degli edifici e misurarne la sostenibilità.

L'obiettivo dei criteri di tassonomia degli investimenti per il clima è quello di fornire agli operatori del mercato finanziario una maggiore chiarezza su ciò che costituisce un investimento per il clima. In particolare, questo regolamento intendeva definire i criteri per gli investimenti e le altre attività economiche che contribuiscono all'ambizione del Canada di raggiungere le zero emissioni nette entro il 2050. Il regolamento è stato introdotto dal Canadian Sustainable Finance Action Council (SFAC) nel marzo 2023. Nella sua forma attuale, la partecipazione e il coinvolgimento nella tassonomia non sono obbligatori.

In Canada

Regolamento sulla tassonomia degli investimenti per il clima

Per saperne di più, clicca qui.

Nel giugno 2023, il CSSB ha iniziato a operare poco dopo che l'International Sustainability Standards Board (ISSB) ha pubblicato i suoi primi principi di rendicontazione ESG - IFRS S1 e S2. Il CSSB ha il compito di interpretare e sostenere l'adozione dei principi ISSB in Canada, adattandoli al contesto canadese e garantendo la compatibilità con i futuri principi CSSB. Le istituzioni finanziarie canadesi regolamentate a livello federale, come le banche e le compagnie di assicurazione, sono tenute a iniziare la rendicontazione ESG nell'anno fiscale 2024.

Canadian Sustainability Standards Board

Per approfondire, consulta il sito web.

Il Décret Tertiaire è una normativa vincolante che richiede la riduzione del consumo energetico nel settore terziario francese. Specifica i termini di applicazione dell'articolo 175 della legge ÉLAN (Sviluppi digitali e sociali nella pianificazione urbana e abitativa in Francia). È abbastanza semplice: riguarda tutti gli edifici del terziario con una superficie superiore a 1.000 m². Ciò comprende edifici adibiti a uffici, negozi, edifici amministrativi, scuole, ecc. Questo vale sia per i proprietari che per gli inquilini. Consulta la Guida di Deepki per sapere come adeguarsi (in lingua francese).

Décret Tertiaire

In Francia

Altre iniziative importanti:

  • Il decreto relativo all'articolo 29 della legge sull'energia climatica intende rendere gli operatori di mercato più trasparenti sulle loro pratiche non finanziarie.
  • Il decreto BACS (Building Automation Control Systems) prevede che tutti gli edifici terziari di nuova costruzione dotati di un impianto di condizionamento o di riscaldamento siano dotati di sistemi di automazione e controllo per raggiungere gli obiettivi di rendimento fissati dal programma eco-energetico terziario.
  • Haute Qualité Environnementale (HQE): La certificazione HQE™ copre l'intero ciclo di vita di un edificio (costruzione, ristrutturazione e gestione): edifici non residenziali (logistica, punti vendita, hotel, ecc.), edifici residenziali e case unifamiliari, nonché la pianificazione e lo sviluppo urbano.
  • L'etichetta ISR è stata creata dal governo francese per identificare e promuovere gli investimenti sostenibili e responsabili.

Le principali normative sulla rendicontazione ESG sono attualmente la Legge sulla rendicontazione della sostenibilità nel settore finanziario, la Legge sulla contabilità e la Legge sulla trasparenza. La legge sulla rendicontazione della sostenibilità nel settore finanziario incorpora il regolamento (UE) 2019/2088 (regolamento sulla rendicontazione della finanza sostenibile) e il regolamento (UE) 2020/852 (Tassonomia UE), che sono entrati in vigore in Norvegia nel gennaio 2023.

In Norvegia

  • ITACA
Il protocollo ITACA è, a livello nazionale, uno degli strumenti più diffusi per valutare il livello di sostenibilità energetica e ambientale degli edifici. Così come altri sistemi di rating verificano le prestazioni ambientali di un edificio da diversi aspetti (dispendio di energia, acqua e altre risorse),anche ITACA promuove la costruzione di edifici sempre più innovativi e l'utilizzo di materiali sostenibili.

In Italia

  • CasaClima
Lo standard CasaClima rappresenta un riferimento assoluto in Italia nel campo degli edifici energeticamente efficienti e sostenibili. Gli immobili progettati secondo lo standard possono risparmiare oltre il 90% di energia rispetto alle residenze costruite in modo tradizonale, con unaconseguente riduzione di CO2 e risparmio economico.

  • Banca d'Italia
L'8 aprile 2022 la Banca d'Italia ha pubblicato un elenco non vincolante di aspettative di vigilanza in merito all'integrazione dei rischi climatici e ambientali nelle strategie aziendali, nei quadri di governance e di controllo, nel quadro di gestione dei rischi e nell'informativa da parte degli intermediari bancari e finanziari vigilati. Il documento è rivolto a tutti i soggetti la cui attività è soggetta all'autorizzazione e alla vigilanza della Banca d'Italia ai sensi del Testo Unico Bancario e del Testo Unico della Finanza.

  • La legge tedesca sull'energia degli edifici (Gebäudeenergiegesetz, GEG) è uno strumento centrale delle politiche tedesche in materia di energia e protezione del clima. Il suo scopo è quello di consentire al Governo Federale di raggiungere i suoi obiettivi di politica energetica, in particolare di ottenere un inventario degli edifici esistenti quasi neutri dal punto di vista climatico entro il 2045 e di ridurre di circa il 40% il consumo finale di energia attraverso miglioramenti dell'efficienza della copertura degli edifici e della tecnologia di costruzione rispetto al 2020. La legge ha innalzato gli standard relativi ai nuovi edifici e ha ridotto il fabbisogno energetico annuo ammissibile nei nuovi edifici dal 75% al 55%.

In Germania

  • Deutsche Gesellschaft für Nachhaltiges Bauen: Nell'ambito di questo sistema volontario, la qualità di un edificio viene valutata sull' intero ciclo di vita. La valutazione si concentra in particolare su circa 50 criteri di sostenibilità, tra cui l'ecologia, l'economia, gli aspetti socioculturali, la tecnologia, i flussi di lavoro dei processi e il sito. Se è soddisfatto uno dei requisiti prestazionali, il DGNB assegna un certificato di bronzo, argento o d'oro. Inoltre, è possibile ottenere una semplice pre-certificazione in fase di progettazione.

Clicca qui per saperne di più su GEG.

Per saperne di più, visita il sito del DGNB.

  • BREEAM
Gli standard BREEAM certificano l'intero ciclo di vita degli edifici, dalla progettazione all'utilizzo fino alla ristrutturazione. Il BREEAM si avvale di valutatori autorizzati che esaminano gli elementi di prova in funzione ai criteri di valutazione. Se il BRE decide che l'edificio soddisfa i requisiti, viene quindi rilasciato l'accreditamento BREEAM.

  • Sustainable Disclosure Regulation (SDR)
Il regolamento sullo sviluppo sostenibile, gestito dalla Financial Conduct Authority (FCA) nel Regno Unito mira a fornire agli investitori informazioni sulla sostenibilità più complete, coerenti e comparabili da parte degli operatori e dei gestori degli investimenti. Il regolamento si applica agli operatori e i consulenti finanziari su un mercato regolamentato del Regno Unito e ai gestori di investimenti con sede nel Regno Unito.

National initiatives in the UK

Per saperne di più su BREEAM.

Per saperne di più sulla SDR.

Legge sul Cambiamento Climatico e la Transizione EnergeticaLa Legge sul Cambiamento Climatico e la Transizione Energetica, adottata nel maggio 2021, stabilisce obiettivi vincolanti in materia di energie rinnovabili per il 2030. L'obiettivo è quello che la Spagna raggiunga la neutralità climatica entro il 2050 (compreso un sistema elettrico al 100% rinnovabile).

In Spagna

Scarica il webinar di Deepki sulle tendenze normative ESG 2023 per il settore immobiliare (in spagnolo).

Technical Building CodeIl Codice Tecnico dell'Edilizia, entrato in vigore nel 2007, riunisce le normative per la costruzione di tutti i tipi di edifici in Spagna. Sebbene si concentri principalmente sulla sicurezza di base in caso di incendio negli edifici, il Codice stabilisce anche i requisiti per soddisfare le normative energetiche degli edifici.

Documento básico de ahorro energético (DBHE):

  • Stabilisce le zone climatiche in cui è suddivisa la Spagna per il calcolo del rendimento energetico.
  • Stabilisce i limiti per il consumo totale di energia primaria negli edifici residenziali e non residenziali.
Le certificazioni ambientali più diffuse per gli edifici in Spagna sono BREAAM, VERDE (certificazione sviluppata dal Green Building Council España (GBCe) e LEED.

ESG in China

Sebbene le normative ESG cinesi siano arrivate relativamente tardi rispetto a molti altri Paesi, negli ultimi anni si sono sviluppate rapidamente. Una delle iniziative principali è la Guidance for Enterprise ESG Disclosure (direttiva sulla divulgazione delle informazioni ESG per le imprese). Questa linea guida è considerata il quadro ESG adattato alla Cina, con un sistema di valutazione scientifico e misurabile basato sui dati. Comprende tre indicatori di primo livello (E, S e G), dieci indicatori di secondo livello, 35 indicatori di terzo livello e 118 indicatori di quarto livello.

La principale fonte di legislazione ambientale è il Codice ambientale svedese, che recepisce numerose direttive dell'UE. Il Codice ambientale regolamenta, tra l'altro, la gestione del territorio e delle acque, le attività pericolose per l'ambiente, le operazioni legate all'acqua, i prodotti chimici e la gestione dei rifiuti. Diversi strumenti legislativi a livello europeo e nazionale integrano il Codice ambientale.

In Svezia

La legge sui bilanci annuali impone alle grandi aziende di redigere un rapporto di sostenibilità e di affrontare le questioni ESG in tale rapporto.

  • BREEAM
Gli standard BREEAM certificano l'intero ciclo di vita degli edifici, dalla progettazione all'utilizzo fino alla ristrutturazione. Il BREEAM si avvale di valutatori autorizzati che esaminano gli elementi di prova in funzione ai criteri di valutazione. Se il BRE decide che l'edificio soddisfa i requisiti, viene quindi rilasciato l'accreditamento BREEAM.

  • Sustainable Disclosure Regulation (SDR)
Il regolamento sullo sviluppo sostenibile, gestito dalla Financial Conduct Authority (FCA) nel Regno Unito mira a fornire agli investitori informazioni sulla sostenibilità più complete, coerenti ec comparabili da parte degli operatori e dei gestori degli investimenti. Il regolamento si applica agli operatori e i consulenti finanziari su un mercato regolamentato del Regno Unito e ai gestori di investimenti con sede nel Regno Unito.

Nel Regno Unito

Per saperne di più sulla SDR

  • Energy Savings Opportunity Scheme (ESOS)
Il Regno Unito ha lanciato i regolamenti ESOS nel 2014 con l'obiettivo di migliorare l'efficienza energetica. ESOS è un programma di valutazione energetica obbligatorio per le organizzazioni che soddisfano i criteri di qualificazione. La valutazione deve essere effettuata ogni 4 anni e deve essere sottoposta a revisione (include audit di terze parti e visite in loco).

Le norme di rendicontazione rilevanti sono contenute principalmente nei regolamenti e nelle direttive dell'UE in materia di ESG applicabili in Austria, a causa dell'attuazione della legislazione ESG dell'UE.Piano di ripresa e resilienza 2021L'Austria sta incoraggiando la sostituzione degli impianti di riscaldamento a gas e a combustibili fossili con soluzioni più rispettose dell'ambiente: divieto di utilizzare impianti a petrolio e a carbone e ulteriori restrizioni sul gas a partire dal 2025. Tutti gli Stati federali hanno incorporato le linee guida dell'OIB (Istituto per la regolamentazione degli edifici) come vincolanti, allineando i requisiti di costruzione e ingegneria.

In Austria

CertificazioniL'Austria ha introdotto diversi tipi di certificazione per il consumo energetico legato al funzionamento degli edifici:

  • I fornitori di energia devono rispettare le normative governative e fornire un piano di riduzione dello 0,6% ogni anno.
  • Le grandi aziende devono ricorrere a un auditor energetico approvato dal governo per effettuare un audit energetico ogni quattro anni.
  • Il sistema di certificazione Klimaaktiv fornisce una valutazione completa delle attrezzature e delle performance energetiche.

Secondo il Ministero delle Finanze e del Credito Pubblico del Messico, la tassonomia sostenibile è "un sistema di classificazione che permette di identificare e definire attività, asset o progetti di investimento con impatti ambientali e sociali positivi, sulla base di obiettivi e criteri stabiliti". La tassonomia sostenibile mira a evitare il fenomeno del greenwashing, che si riferisce alle aziende che affermano di fornire benefici ambientali senza mettere in atto azioni reali per proteggere l'ambiente.

Nuova Tassonomia Sostenibile

Iniziative nazionali in Messico

Accedi al webinar di Deepki con Fibra Dahnos: "Perché la qualità dei dati ESG è essenziale per il successo?" ( in lingua spagnola)

A seguito dell'Accordo sul clima (Klimaatwet) relativo al settore delle costruzioni, gli obiettivi sono i seguenti:

  • Migliorare l'efficienza energetica di 1,5 milioni di abitazioni.
  • I nuovi edifici non dovranno essere riscaldati con il gas naturale e gli edifici esistenti dovranno essere riscaldati senza combustibili fossili.
  • Sistema fiscale sull'energia con incentivi più forti per l'efficienza energetica e la riduzione delle emissioni di CO2.
Tutti i nuovi edifici dovranno soddisfare i requisiti di Near Zero Energy Building (NZEB). Per saperne di più clicca qui.

Nei Paesi Bassi

Etichette

BREEAM-NL: adattato dal 2009 dal Dutch Green Building Council (DGBC) agli standard olandesi, ha certificato quasi 20 milioni di metri quadrati di superficie nei Paesi Bassi.

GPR Gebouw: la certificazione edilizia GPR misura le performance ambientali di edifici commerciali e residenziali.La certificazione LEED esiste anche nei Paesi Bassi.