Want to make creations as awesome as this one?

More creations to inspire you

BEYONCÉ

Horizontal infographics

ONE MINUTE ON THE INTERNET

Horizontal infographics

SITTING BULL

Horizontal infographics

RUGBY WORLD CUP 2019

Horizontal infographics

GRETA THUNBERG

Horizontal infographics

FIRE FIGHTER

Horizontal infographics

Transcript

CAPACITÀ MOTORIE

CAPACITÀ CONDIZIONALI

01

+ info

CAPACITÀ CONDIZIONALI Le CAPACITA’ CONDIZIONALI sono quelle capacità che necessitano di essere condizionate (allenate) con continuità per far sì che si migliorino o si mantengano nel tempo. Esse dipendono principalmente dalle qualità dell’apparato locomotore e dai processi fisiologici di produzione dell’energia. Le capacità condizionali sono: - FO R Z A - R E S I S T E N ZA - V E L O C I T A’ - F L E S S I B I L I T A’

VELOCITÀ

04

+ info

Velocità Definizione E la capacità dell’uomo di compiere movimenti nel più breve tempo possibile Da cosa dipende I fattori che determinano questa capacità sono la velocità di conduzione degli impulsi nervosi; la velocità di contrazione muscolare e il tipo di fibre di cui è costituito il muscolo. I tipi di velocità La velocità si divide in: -Velocità di reazione: è rappresentata dal tempo minimo tra quando si riceve uno stimolo e quando compare la risposta -Velocità di accelerazione o esecuzione: entra in gioco subito dopo la velocità di reazione e dipende dal tipo di fibre presenti nel muscolo -Velocità di spostamento o gestuale: si ottiene combinando velocità di reazione velocità di accelerazione ed è data dal tempo impiegato a percorrere una certa distanza Come si allena La velocità è allenabile solo in parte ed è importante fare frequenti recuperi tra i vari esercizi. La velocità si sviluppa seguendo quei gesti rapidi che fanno parte di qualsiasi gioco, ed è necessario un buon riscaldamento. LA CORSA CAMPESTRE <————cliccare per vedere

FORZA

FORZA Definizione La forza e la capacità di vincere una resistenza esterna grazie al lavoro espresso dei muscoli scheletrici. Da cosa dipende I fattori che determinano la forza sono: il volume del muscolo, la qualità delle fibre, la frequenza degli impulsi nervosi, la disponibilità delle risorse energetiche, il sesso è i fattori genetici. I tipi Il muscolo può produrre tre tipi di forza: -Forza massimale: e la forza più elevata che il muscolo è in grado di esprimere - Forza veloce: superare una resistenza esterna con una contrazione molto veloce -Forza resistente: capacità dell’organismo di opporsi alla fatica durante prestazioni sportive che richiedono l’impegno della forza per un lungo periodo di tempo Come si allena La forza è una qualità facilmente allenabile bel allenarsi il muscolo deve gradatamente sottoporsi a uno sforzo maggiore di quello a cui abituato.gli esercizi di sovraccarico devono essere seguiti con la massima cautela e i giochi sono molto utili ad allenare la forza. Anche il circuit training è un ottimo per allenare la forza.

02

+ info

IL FORZA Definizione La città di vincere la resistenza esterna grazie al lavoro espresso dei muscoli scheletrici Da cosa dipende I fattori che determina la forza sono: il volume del muscolo, le qualità delle fibre, la frequenza degli impulsi nervosi, la disponibilità delle risorse energetiche e i fattori genetici. I tipi di forza Il muscolo può produrre tre tipi di forza -Forza veloce o potenza: è la capacità di produrre una forza elevata nel più breve tempo possibile -Forza resistente: è la capacità di produrre uno sforzo muscolare per un tempo prolungato -Forza massimale: e la tensione massima che è una contrazione muscolare volontaria può sviluppare per vincere o equilibrare un’elevata resistenza Come si allena La forza è una qualità facilmente allenabile per allenarsi il muscolo deve gradatamente sottoporsi a uno sforzo maggiore di quella cui si è abituato. Esercizi di sovraccarico devono essere seguiti con la massima cautela. I giochi e i circuit training sono un ottimo metodo per allenare la forza IL BASKET <————— cliccare per vedere

Mobilita o FLESSIBILITÀ

05

+ info

MOBILITÀ O FLESSIBILITÀ Definizione E la capacità di eseguire con la massima escursione articolare tutti i movimenti che l’articolazione consente. Da cosa dipende La mobilità dipende in particolare dalla forma dell’articolazione e della capacità elastiche dei muscoli, tendini e legamenti I tipi di mobilità o flessibilità La mobilità si divide in due tipi -Mobilità attiva: si esprime con la più ampia azione articolare provocata dall’allungamento di un gruppo di muscoli sull’altro gruppo di muscoli, senza aiuto esterno -Mobilità passiva: si esprime con la più ampia azione articolare provocata dall’azione dei muscoli che vengono messi in tensione sfruttando forze esterne quali la gravità o l’azione meccanica di un compagno, di un attrezzo ecc Come si allena L’abilità articolare si può allenare con esercizi attivi, passivi del lunga mento o stretching; piano sviluppo armonico e naturale della mobilità necessario intervenire su tutte le articolazioni del corpo. LA DANZA <———— cliccare per vedere

Resistenza

03

+ info

RESISTENZA Definizione E la capacità dell’organismo umano risolvere attività fisica in modo efficace per lungo tempo, di sopportare la fatica mento o di resistere alla fatica. Da cosa dipende La resistenza dipende dai metabolismi energetici e dalla funzionalità degli apparati cardiocircolatorio e respiratorio. I tipi di resistenza La resistenza si divide in due tipi: - Resistenza generale: è la capacità di sopportare uno sforzo prolungato indipendentemente dal tipo di attività fisica svolta. Essa varia da individuo a individuo ed è una delle qualità condizionali meglio allenabili. -Resistenza specifica: è quel tipo di resistenza che ogni atleta deve sviluppare relativamente alla propria specialità. Essa varia da soggetto a soggetto a seconda delle sue caratteristiche fisiologiche, del tipo di lavoro, della durata e intensità dello sforzo. Come si allena Il metodo di allenamento più indicato per la resistenza e la corsa continua a ritmo un informale, ed oltre alla corsa lenta anche il camminare è un ottimo esercizio per allenare la resistenza. È molto importante e che la tecnica di corsa sia giusta. In più l’allenamento della resistenza specifica tra gli 11 e i 14 anni deve essere eseguita solo con esperti. A questo viene usato il metodo ad andature varie.

06

+ info

CAPACITÀ COORDINATIVE Le capacità coordinative è l’insieme di quelle capacità connesse alla capacità del Sistema Nervoso Centrale di controllare il movimento analizzando gli stimoli provenienti Le capacità coordinative sono: -Coordinazione -Equilibrio

CAPACITÀ COORDINATIVE

07

08

Coordinazione

EQUILIBRIO

+info

COORDINAZIONE Definizione La coordinazione e la capacità di regolare ed usare, nello spazio e nel tempo, il complesso degli impegni muscolari. Essa permette di esprimere al meglio le altre qualità motorie, con cui stabilisce un rapporto di interdipendenza Da cosa dipende La coordinazione dipende in particolare dal sistema nervoso centrale di ricevere informazioni, elaborarle, organizzarle, memorizzarle e disporle operativamente nel migliore dei modi. I tipi di coordinazione Le capacità coordinative si distinguono in -Generali: a loro volta si distinguono in ~apprendimento motorio ~controllo motorio ~adattamento e trasformazione -Speciali: a loro volta si distinguono in ~destrezza fine ~fantasia motoria ~combinazione e accoppiamento ~differenziazione spazio-temporale ~reazione ~ritmo ~differenziazione dinamica ~orientamento ~anticipazione motoria ~equilibrio ~coordinazione oculo-motoria Come si allena Nella coordinazione più si praticano attività fisiche diversificate, più gesti diventeranno precisi ed efficaci. È molto importante, non tanto la quantità di esercizi, ma più che altro la qualità degli esercizi svolti.

+info

EQUILIBRIO Definizione L’equilibrio è la capacità di mantenere riacquistare una posizione stabile Da cosa dipende L’equilibrio dipende dalla correttezza delle informazioni sensoriali, provenienti dal vestibolo e dalla vista.per mantenere l’equilibrio, devo fare in modo che la verticale del baricentro del nostro corpo cade all’interno della nostra base d’appoggio. I tipi di equilibrio L’equilibrio si divide in quattro tipi -Equilibrio in volo: si mantiene o ristabilisce nella fase aerea -Equilibrio dinamico: si mantiene o ristabilisce con un movimento di traslazione del corpo ed è applicato i movimenti semplici -Equilibrio statico: si mantiene da fermi senza spostamento del corpo e dunque del baricentro -Equilibrio nelle rotazioni: si mantiene o ristabilisce durante o dopo rotazione intorno ai tre assi del corpo Come si allena Per allenare l’equilibrio, occorrono esercizi che riducono la superficie del corpo a contatto con il suolo.un altro modo per allenarel’equilibrio consiste nell’eseguire gli esercizi, anche i più semplici, a occhi chiusi. LA GINNASTICA ARTISTICA <————cliccare per vedere

CAPACITÀ MOTORIE Con il termine capacità motorie s’intende l’insieme delle caratteristiche fisiche o sportive che un individuo possiede e che permette l’apprendimento e l’esecuzione delle varie azioni motorie. Le capacità motorie influenzano l’intensità e la qualità di risposta motoria all’ambiente e si connotano come componenti parziali delle abilità. Le capacità sono proprie dell’individuo, in parte legate all’ereditarietà e al patrimonio genetico, e possono modificarsi con l’allenamento. Le capacità motorie si trovano alla base della prestazione fisica e si dividono in: • capacità condizionali, legate alla condizione fisica e quindi agli aspetti energetici del movimento (aspetto quantitativo del movimento);• capacità coordinative, connesse alla capacità del sistema nervoso centrale di avviare e controllare il movimento (aspetto qualitativo del movimento).Questa suddivisione è fissata convenzionalmente poichè, in realtà, le capacità motorie interagiscono costantemente. Tuttavia si è constatato che, mentre esercitazioni volte ad allenare le capacità coordinative migliorano anche le capacità condizionali, non sempre così efficacemente si verifica il contrario.