Want to make creations as awesome as this one?

Transcript

DATI IDENTIFICATIVI Autore: Umberto Boccioni Opera: Elasticità Data: 1912 Tecnica: olio su tela Dimensioni: 100x100 cm Collocazione: Museo del Novecento, Milano

COM'E' NATA? Per esprimere il dinamismo di una figura, Boccioni studia i diversi effetti che il movimento produce su un corpo quando questo si muove; in particolare, il pittore vuole rendere visibile l'elasticità dei muscoli tesi o contratti nello sforzo.

CHE COSA RAPPRESENTA? Boccioni raffigura più volte nelle sue opere l'immagine del cavallo al galoppo, che considera la perfetta espressione dell'energia e della vitalità. Qui, il tema dell'uomo a cavallo ha come sfondo un paesaggio urbano con le ciminiere fumanti delle fabbriche e gli alti tralicci elettrici che simboleggiano il progresso e la modernità.

LA COMPOSIZIONE L'artista pone al centro del dipinto il cavallo con il suo cavaliere; scompone le loro forme e quelle del paesaggio sullo sfondo e le moltiplica con tante sfaccettature per suggerire l'effetto visivo di simultaneità delle azioni che si svolgono contemporaneamente. Il movimento delle figure viene espresso mediante le linee di forza, simili a vortici, che ne tracciano la traiettoria. Il contorno delle forme non è più continuo, ma si spezza, così che cavallo e cavaliere sembrano compenetrarsi tra loro e con lo spazio circostante. Abolita ogni forma di prospettiva, figura e sfondo si integrano completamente in un insieme dove tutto è energia e movimento.