Want to make creations as awesome as this one?

Transcript

Geografia, situazione politica, storia, economia

Ungheria

Ungheria

Serbia
Croazia
Slovenia
Slovacchia
Ucraina
Romania
Austria

Ovest

Est

Nord

Confini

Sud

Monte Kékes, 1014m
L'Ungheria occupa una buona parte del bacino pannonico, bassopiano dell'Europa sud-orientale. A est e a Nord il confine naturale è rappresentato dai Carpazi, a Ovest dalle Alpi Orientali e a sud dalle Alpi Dinariche. Il territorio pianeggiante equivale al 70% dell'intero. Il solo 2% della parte restante (di infima altitudine) supera i 400m di altezza, su cui svetta la punta massima, il monte Kékes, con i suoi 1014m di altezza.

Territorio:orografia

Il Lago Balaton
Il Danubio in mezzo a Budapest
L'Ungheria non possiede sbocchi sul mare. Il fiume principale è il Danubio di 2858km, 417 di questi percorsi in ungheria e 150 al confine confine con la slovacchia. Il Tibisco è il fiume col tratto più lungo in Ungheria, circa 600km, nonché il più grande affluente del Danubio. Gli altri due fiumi più importanti sono il Mures e il Drava. In Ungheria vi è il Lago Balaton, il lago più grande dell'Europa centrale. Altri laghi importanti sono il Lago Fertő (315kmq, il più grande lago salato d'europa), il Lago Tisza (127kmq) e il Lago Velence (27kmq).

Territorio:idrografia

L'Ungheria ha un clima continentale: gli inverni sono freddi e nevosi, le estati calde e afose; le piogge si concentrano soprattutto nei mesi primaverili e autunnali. Si possono verificare intensi temporali da calore in estate, mentre in inverno imperversano neve e ghiaccio. Le massime estive possono raggiungere i 35 °C, mentre d'inverno la temperatura può rimanere sotto lo zero anche di giorno.

Clima

Aerogramma delle minoranze etniche in Ungheria
Reti di separazione fra Ungheria e Serbia
L'Ungheria conta 9.781.000 abitanti, che vengono anche chiamati "Magiari". La densità di abitanti di kmq pari a 109 persone. Il tasso di natalità è pari al 9 per mille mentre il tasso di mortalità è pari al 13 per mille, ciò ci dice che la popolazione è in calo (iniziato negli anni '90), alimentato anche dall'emigrazione dei giovani in cerca di lavoro. L'aspettativa di vita per gli uomini è di 71 anni e per le donne 78 anni. Il tasso di disoccupazione è pari al 6,5%. Per fermare il flusso di profughi Siriani provenienti dalla Serbia, ha alzato un muro di filo spinato e reti al confine con essa.

Popolazione

Le 19 contee ungheresi
La costituzione ungherese
L'Ungheria è una repubblica parlamentare (il parlamento è eletto dai cittadini, che a sua volta elegge il presidente) dal 1947, secondo la precendente costituzione, sostituita nel 1 Gennaio 2012 dalla nuova, che ha stabilto anche la rimozione della parola "repubblica" dal nome completo del paese. L'Ungheria è organizzata in 19 contee, dette "megyék":Bács-Kiskun, Baranya, Békés Borsod-Abaúj-Zemplén, Csongrád-Csanád, Fejér, Győr-Moson-Sopron, Hajdú-Bihar, Heves, Jász-Nagykun-Szolnok, Komárom- Esztergom, Nógrád, Pest, Somogy, Szabolcs-Szatmár-Bereg, Tolna, Vas, Veszprém, Zala. La capitale è Budapest. Fa parte della NATO, dell'OCSE, Gruppo di Visegrád e dell'UE, sin dal 1 Maggio 2004. Non ha adottato l'Euro ma ha firmato gli Accordi di Schengen. La lingua ufficiale è l'Ungherese.

Stato e generalità

Diversi fiorini ungheresi
Diverse banconote ungheresi
Il fiorino ungherese (forint in ungherese) è la valuta ufficiale dell'Ungheria, sin dal 1 Agosto 1946, in sostituzione al pengo e all'iperinflazione ad esso legata. Il codice ISO 4217 è HUF. Il nome deriva dal famoso fiorino di Firenze, valuta diffusa in Europa nel anno 1000. In Ungheria è diffuso dal 1325, sotto il dominio di Carlo Roberto D'Angiò. Era una moneta d'oro di 3,40g, come il fiorino di Firenze. Tutte le banconote in circolazione riportano una filigrana ed una striscia verticale di metallo. Le banconote da 2000 fiorini in su riportano un disegno olografico, prodotto attraverso la tecnica dell'olografia. Le banconote sono adatte agli ipovedenti. Gli accordi europei di cambio stabiliscono che: 1 EUR = 386,99 HUF.

Moneta

Religione

Budapest ha una storia ricca che inizia nel I secolo a.C. con l'insediamento dei Celti, seguito dalla dominazione romana con la città di Aquincum. Nel X secolo, le tribù ungheresi stabilirono qui le loro basi, fondando Buda. Pest, sull'altra riva del Danubio, guadagnò importanza ma fu gravemente danneggiata dall'invasione mongola nel 1241. Nonostante questo, Buda divenne la capitale dell'Ungheria nel XIII secolo. Durante il XVI secolo, l'occupazione turca interruppe la crescita di Pest, ma dopo la riconquista asburgica nel 1686, Pest iniziò a svilupparsi rapidamente, superando Buda in dimensioni entro il 1800.

La fusione delle città di Buda, Óbuda e Pest nel 1873, dopo il compromesso austro-ungarico, creò l'odierna Budapest, che vide una crescita demografica fino a raggiungere 730.000 abitanti nel 1900. Nel XX secolo, Budapest ha continuato a espandersi, nonostante le perdite subite durante la Prima Guerra Mondiale e le conseguenze territoriali del 1920. La popolazione raggiunse un milione di abitanti nel 1930. Durante la Seconda Guerra Mondiale, più di un terzo degli ebrei di Budapest furono vittime dell'Olocausto. Dopo la guerra, la città fu ricostruita e fu teatro di importanti eventi politici, come la rivolta d'Ungheria del 1956. Dopo il 1989, Budapest ha intrapreso una transizione verso il capitalismo e, come altre città ungheresi, ha visto un calo demografico a causa dell'emigrazione e del declino naturale della popolazione.

Budapest è la capitale e la maggiore città dell'Ungheria. Viene considerata un comune autonomo a parte, centro politico, economico e culturale. Conta 1.780.000 abitanti nel nucleo e circa 3.000.000 nella periferia. Nasce nel 1873 dall'unione di 3 città: Óbuda, Buda e Pest, separate dal fiume Danubio. É stata capitale del Impero austro-ungarico.

Budapest

Monumenti ed edifici importanti

La Pannonia, nel cui territorio anticamente abitavano varie popolazioni germaniche, Celti, Sciti e Sarmati, fu conquistata e resa provincia romana nel 35 a.C., ed ebbe grande importanza nel sistema difensivo romano nei confronti delle popolazioni barbariche. Quando queste riuscirono a superare il limes romano, la Pannonia dovette piegarsi al loro passaggio, fino a che, nel VI secolo, fu conquistata da varie popolazioni turche sottoposte agli Avari, che vi crearono un forte regno, che ebbe anche intensi rapporti con i Longobardi d'Italia; essi si cristianizzarono verso il VIII secolo. Quando però il regno degli Avari fu distrutto da Carlo Magno nel 796, la regione si aprì ancor di più a nuove popolazioni: Bulgari e soprattutto Slavi, che crearono il regno della Grande Moravia. A quel tempo gli Ungari erano un popolo delle steppe formato da sette tribù, riconducibili prevalentemente al ceppo linguistico ugrico, la principale delle quali era quella dei Magiari. Muovendo dagli Urali, con una migrazione che durò vari secoli, attraverso la Khazaria (attuale Ucraina), gli Ungari si insediarono nel bacino del Danubio.

Tra Medioevo e 1900

Storia dell'Ungheria

Dalla metà del XIX secolo l'imperatore Francesco Giuseppe stava cercando una soluzione per riappacificarsi con la nazione magiara, quando nel 1866 esplose quella che sarebbe stata la guerra austro-prussiana, dalla quale l'Impero austriaco uscì sconfitto. Dopo la battaglia di Sadowa (1866) i prussiani invasero in poche settimane la Boemia e arrivarono a minacciare la stessa capitale austriaca (Vienna), costringendo la Casa d'Asburgo a firmare la resa. Subito dopo la guerra con la Prussia ripresero le trattative per ristabilire lo status quo con l'Ungheria. Le delegazioni furono guidate da vari politici e statisti tra i quali Ferenc Deák, Friedrich Ferdinand von Beust, e Gyula Andrássy il Vecchio, che giocarono un ruolo di prim'ordine al fine di ottenere un compromesso tra l'Austria e l'Ungheria. Nel 1867 si giunse a un accordo tra le due nazioni e venne firmato l'Ausgleich, che divideva lo Stato asburgico in Cisleitania (Austria) e Transleitania (Ungheria).[11] Politicamente i due regni erano uniti, ma in quanto a questioni interne erano due entità statali separate.

L'impero asburgico e austro-ungarico

Storia dell'Ungheria

Nel 1914 ci fu un attentato contro l'arcidudca Francesco Ferdinando e da qui l'impero austro-ungarico (di qui faceva parte anche l'Ungheria), con sospetti sulla Serbia, dichiarò guerra provocando una reazione a catena: la Russia dichiarò guerra all'impero, la Germania dichiarò guerra alla Russia, la Francia dichiarò guerra alla Germania e infine (dopo l'invasione del Belgio) l'Inghilterra dichiarò guerra alla Germania. L'impero combatteva su due fronti, quello russo e serbo. Con l'entrata dell'Italia in guerra però, ci fu una crisi economica e militare che portarono l'impero Austro-Ungarico alla distruzione. Nel 1940, sotto la pressione di Berlino, l'Ungheria aderì all'Asse, malgrado avesse invano sperato di evitare il coinvolgimento diretto nel conflitto globale. Nel 1941 le forze magiare parteciparono all'invasione della Jugoslavia e all'invasione dell'URSS. Mentre combatteva l'Unione Sovietica, l'Ungheria tenne dei negoziati segreti di pace con gli Stati Uniti e il Regno Unito. Adolf Hitler scoprì tale tradimento e, nel 1944, le forze tedesche occuparono l'Ungheria nell'ambito dell'operazione Margarethe per impedire una defezione simile a quella italiana determinata dall'armistizio di Cassibile. Quando l'Armata Rossa si avvicinò al territorio ungherese, il reggente Miklós Horthy firmò un armistizio con l'Unione Sovietica. I nazisti reagirono e il figlio di Horthy fu rapito da un commando tedesco, mentre le truppe di Hitler occupavano la capitale, nella quale non erano presenti truppe necessarie per allestire un'adeguata resistenza. Horthy fu costretto a revocare l'armistizio e, subito dopo, venne destituito dal potere e internato in Germania. Nel 1945 le forze ungheresi e tedesche in Ungheria subirono la sconfitta ad opera dei sovietici.

Prima e seconda Guerra mondiale

Storia dell'Ungheria

La cucina ungherese, come quelle degli altri paesi centro-nordici, è costituita prevalentemente da pasti di carne, spesso suina o bovina, ma si alterna anche a porzioni di pesce stracotto. Il Gulyás (1, Gulash in Tedesco) è uno stufato di carne di manzo tipico ungherese, dove la carne viene cotta lentamente assieme a patate e verdure. Viene spesso confuso con il pörkölt (2), uno spezzatino di carne con cipolla, cumino e paprika, accompagnato da pane e patate. L'halászlé (3, zuppa del pescatore), da non confondere con la colazione del pescatore barese, è una zuppa a base di carpa (all'evenienza anche altri pesci d'acqua dolce), cipolla, pomodori, peperoni verdi, aglio, paprika e un insieme di altre spezie. Il Töltött káposzta (4) è un involtino di cavolo e delle sue foglie ripieno di carne, suina o bovina, e riso. Il Libamáj (5) è semplicemente un paté di fegato d'oca, presente in antipasti e insalate. La palacsinta (6) è una crespella simile alle crêpe francesi, presente anche in altre culture europee. Preparata usando farina, uova e latte, viene accompagnata con marmellata, cioccolata, ricotta e persino carne e formaggi. Paprikás csirke (7, pollo alla paprika) è il piatto più noto dopo il Gulasch, che viene preparato mischiando cosce di pollo, paprika e panna acida o panna, e accompagnato con spätzle o patate bollite. I nokedli (8) sono gnocchetti di pasta simili agli spätzle, preparati con farina, acqua e uova. Vengono serviti come contorno con piatti di carne ma anche con olio a crudo senza nient'altro. La torta dobos (o dobostorte, 9), viene creata alla fine del 1800 da József Dobos, un vero architetto, che produce una torta dai 5 ai 12 piani di cioccolato con caramello croccante. Il krémes (10, cremoso) è un dolce di pasta sfoglia con crema di vaniglia e latte. La ürtőskalács (11, torta a camino) è un dolce cilindrico prodotto arrotolando la pasta su uno spiedo e cuocendola sul fuoco. Il tutto viene ricoperto di zucchero.

Questi sapori convivono con quelli della cucina mediterranea, acquisiti dall'Italia, dalla Turchia (per l'influenza degli ottomani). Durante il dominio dell'Impero austro-ungarico acquisisce anche dalle cucine tedesche, inglesi e francesi

La cucina ungherese ha un'immensa gamma e varietà di sapori, che va dagli aromi speziati e agrodolci ai gusti intensi, capaci di attrarre anche gli individui più esigenti.

In cucina...

I principali sono:Peter Falk: Peter Michael Falk era un attore americano di antenati ebrei ungheresi. Nella sua prima infanzia, voleva diventare un funzionario o un agente della CIA, ma la vita lo ha guidato verso la recitazione.Peter Falk ha vinto l'Emmy Award cinque volte nella sua carriera (quattro volte per il ruolo di Colombo), il Golden Globe Award una volta ed è stato anche nominato due volte all'Oscar.Louis CK: È un comico, editore, scrittore, produttore, regista e attore americano. Mirava a presentare i problemi della vita quotidiana in modo realistico ea divertire attraverso di essi in modo che la vita potesse diventare più eccitante attraverso il suo lavoro. Harry Houndini: Harry Houdini è nato sotto il nome di Erik Weisz, un illusionista e mago americano di origine ungherese. E' stato ipnotizzato dal mondo della magia e ha deciso di seguire i suoi sogni e costruire una carriera in quello. È stato uno dei primi ungheresi a ricevere una stella sulla Walk of Fame di Hollywood. Drew Barrymore: Drew Blyth Barrymore è un'attrice americana di origini ungheresi.E' stata nominata per un Golden Globe come migliore attrice non protagonista all'età di nove anni. Ha vinto il Golden Globe Award come migliore attrice - Miniserie o film per la televisione nel 2010.Micheal Balzary detto Flea: noto soprattutto come Flea, è un attore e musicista australiano-americano. È uno dei membri fondatori e bassista della rock band di fama mondiale, i Red Hot Chilli Peppers.Ha avuto un ruolo in Ritorno al futuro Parte II e Parte III come Psycho e ha dato la sua voce a film d'animazione come Alla rovescia ed Toy Story 4.

Musicisti,scrittori, attori e tanto altro...

Personaggi famosi ungheresi

  • Isola di Sziget: im quest'isola ogni Agosto si tiene un'importante festival di fama mondiale che attrae turisti provenienti da tutt'Europa e perfino da tutto il mondo. E' l'isola più grande di tutto il Danubio.
  • Parlamento Ungherese: è senza dubbio l'edificio più grande dell'Ungheria e il 3° al mondo. Famoso soprattutto per l'archittettura gotica usata nella sua costruzione. Noto anche per un sistema che lo permette di riscaldarsi durante l'estate.
  • Il Bastione dei pescatori: costruito nel 1902, l'edificio è situato nel Castello di Buda e offre ad ogni turista una vista pazzesca della città. Il nome deriva da un gruppo di pescatori che difendevano la città dalle invasioni.

Luoghi famosi ungheresi

MÉZESKALÁCS:tipico pan di zenzero ungherese

Halászlé: zuppa di pesce natalizia

  • A Pasqua... In Ungheria, la tradizione pasquale include la decorazione artistica delle uova, spesso simbolo di ringraziamento, con tecniche che richiamano i ricami ungheresi o l’uso di materiali naturali per la colorazione. I bambini cercano cioccolatini a forma di uovo o coniglio nascosti dai genitori.
  • A Natale... Molte delle tradizioni ungheresi sono simili a quelle dei paesi dell’Europa centrale, ma non tutte. Il 24 dicembre, la vigilia di Natale in Ungheria, è il giorno dedicato all’addobbo dell’albero. Momento principale della vigilia è la notte santa, “szent este” in ungherese. La famiglia si ritrova insieme, si cantano le canzoni natalizie e si consuma la cena. Dopo cena è la volta di aprire i regali. Nella tradizione ungherese i regali li porta “Jézuska“, il diminutivo di Gesù. Una volta aperti i regali in molti vanno ad assistere alla messa di mezza notte che è ancora molto popolare.
Feste e divertimento

Tradizioni festive

La Presentazione è finta:

Grazie per l'attenzione!

10 cose da fare nel Lago Balaton

Il Lago Balaton

Il lago più grande d'Europa

Il Lago Balaton, anche detto mare magiaro, è situato nell'Ungheria occidentale. È il più grande lago dell'Europa centrale. I rapporti di lunghezza/grandezza sono di 79/13km, per una superficie di 594kmq. La profondità media è di 3,25m ma la massima arriva ai 12,5m. D'estate la temperatura massima arriva ai 28°C; non ha isole. Il lago è nato attraverso l'erosione del vento del bacino, ben 15000 anni orsono. Nel 1997 è stato istituito il Parco Nazionale del Balaton, dalla superficie di 560kmq. Nelle zone limitrofe al lago si incontrano i geyser, dati dall'antica attività vulcanica. Particolari sono i "Mari di Pietra", resti ormai pietrificati di masse d'acqua come il Bacino di Kál e il "Mare della Pannonia. Vi si trovano rare specie di piante e altre di uccelli e bufali.

  • Si praticano:
  • Turismo
  • Navigazione
  • Cicloturismo
  • Motociclismo